Cos’è la quinoa e perché è così di moda

La quinoa è una pianta proveniente dal Sud America appartenente alla famiglia delle Chenopodiacee molto simile agli spinaci e alle barbabietole. Di questa, si mangiano i semi; piccoli e tondi, ricordano vagamente il miglio e possono essere sia di colore giallo che rosso. Sono privi di glutine e quindi un utile sostituto a molti cereali per chi è allergico o intollerante.

Un profilo nutrizionale invidiabile

Il segreto de suo successo è il suo profilo nutrizionale; è ricca di proteine e particolarmente digeribile nonché una fonte importante di vitamine e minerali essenziali come fosforo, magnesio, ferro e zinco. Il contenuto calorico è inoltre parecchio limitato dal momento che 100 grammi di Quinoa contengono solo 360 kcal il che lascia ampio spazio alla creazione di pasti completi aggiungendo verdure, legumi o carne.

Valida alleata per chi soffre di insulino-resistenza

Partendo dal presupposto che se si soffre di qualche patologia bisogna sempre sentire il parere del proprio dietologo o nutrizionista, il quantitativo di proteine presente nella quinoa può aiutare chi soffre di insulino-restistenza a digerire, e quindi assorbire, con più lentezza gli zuccheri del pasto che sta consumando. In questo modo si evitano picchi di glucosio nel sangue e l’iperinsulinemia che ne consegue.

Come si cuoce

Il rapporto tra quinoa e acqua di cottura è 1:2. Per ogni bicchiere di questo “finto cereale” aggiungete due bicchieri di acqua (o brodo) e lasciate cuocere per 10-12 minuti finché il liquido non sarà completamente evaporato.

Per assicurarsi che la quinoa sia cotta, oltre il test dell’assaggio, è consigliabile controllare che i semi siano diventati traslucidi e si veda spuntare una piccola radice.
Ricordate sempre di sciacquarla bene sotto l’acqua corrente prima di cuocerla. La superficie del singolo seme è ricoperta di una sostanza (una saponina) che al gusto risulta amara e può rischiare di rovinare la riuscita del vostro piatto. Se lavata e cotta a dovere, il sapore è molto delicato e può essere condita come più si preferisce oppure aggiunta a zuppe e insalate.
Il nostro consiglio? Provatela come piatto unico assieme a ceci e verdure grigliate per un pranzo al sacco estivo completo ed equilibrato!

Add Comment