Come diventare una fashion blogger?

chiara-ferragni1-720x480Ormai sono sempre di più le ragazze appassionate, forse un pochino più di web che di moda in senso stretto, a porsi questa domanda. Ultimamente anche qualche ragazzo perché si sa, la moda è di tutti.

Personaggi come Chiara Ferragni, Chiara Biasi, Laura Manfredi, Nicoletta Reggio sono solo alcuni esempi di donne riuscite a raggiungere un certo livello di fama e notorietà (talvolta persino televisive) partendo dal loro blog e parlando di fashion e stile, fino a fare della propria passione un vero e proprio lavoro.

Come di diventa fashion blogger?

Online si possono trovare molti consigli, e soprattutto esempi, su come diventare una fashion blogger, cerchiamo di farne una sintesi ragionata. Pur parlando di fashion un blog resta sempre un blog, per cui la sua struttura deve essere personale e informale, ma se ne volete fare uno strumento di successo dovrete trattarlo con l’impegno e la serietà che merita qualsiasi lavoro. Il mondo dei blog è saturo, e in un mare potenzialmente infinito non potrete contare esclusivamente sui contenuti – che ovviamente dovranno rispettare standard di correttezza e qualità – ma puntare anche sulla sua struttura grafica e alle più aggiornate strategie di personal branding.

Questa è una vera e propria disciplina che, come illustra il blogger e consulente di immagine web Dario Vignali, dovrete studiare e approfondire per imparare a gestire le dinamiche dello web marketing, sfruttando al meglio il potenziale che vi può dare lavorando sul concetto di community. Il vostro blog dovrà essere supportato da più piattaforme, non solo Facebook, ma anche Pinterest, Istagram, WordPress, Twitter, ciascuno con specifiche funzionalità e target di interesse. Perché anche conoscere le tendenze del mercato della moda e cosa si aspettano e vogliono conoscere i suoi utenti vi sarà fondamentale.

Se appunto è il fashion la vostra passione allora sapete già da dove attingere le idee per i vostri post, quindi quello che vi potrebbe servire è collaborare inoltre direttamente con le imprese e le aziende del settore. Cominciate a scrivere sulle loro pagine Facebook, contattate gli uffici stampa e gli uffici marketing, presentatevi ai negozi della vostra città. Saper instaurare e coltivare nuovi contatti professionali e di amicizia amplierà la vostra rete di azione, che diventerà uno dei vostri mezzi più importanti.

Se potete investite anche economicamente sul vostro blog, attraverso i banner di pubblicità, che in seguito potrebbero anche fruttarvi dei guadagni. Non dimenticate che ogni professionista che si rispetti ha un suo biglietto da visita, quindi non aspettate troppo per stampare i vostri! Infine monitorate l’attività del vostro blog con un account gratuito su Google Analytics, vi farà capire come gestire i contenuti in base anche al numero di clic che questi attirano. Siate determinate, rispondete sempre ai commenti ai vostri post, provocate discussioni e confronti, sempre con educazione e correttezza.

E non dimenticate di essere riconoscenti ai vostri follower, e di non cedere alla rabbia degli haters!

Add Comment