Gym look – come vestire al meglio in palestra

La palestra è diventata ormai uno degli ambienti più familiari nella nostra società, e comunque l’arrivo della bella stagione rende sempre più frequente l’ottima abitudine dell’attività all’aria aperta, dal jogging ad attività più specifiche come lo yoga. Un abbigliamento opportuno non è solo un modo per sentirsi più a proprio agio in mezzo ad altre persone che fanno sport, magari con più esperienza di noi, o per continuare ad essere coerenti con la propria eventuale fashion addiction… L’abbigliamento è da considerarsi come il primo strumento necessario al nostro allenamento, e deve essere scelto con la stessa cura con cui un personal trainer sceglie per noi un attrezzo con cui fare esercizio. Ci sono delle regole di base da ricordare, che valgono sia per lui che per lei, quindi cominciamo con la scelta dei tessuti. È senz’altro vero che il cotone resta la scelta principe, grazie alla sua naturale traspirabilità e leggerezza. In questo caso fate però attenzione ai colori: devono essere neutri, delicati, perché la sudorazione rischia di diluire alcune particelle di pigmento che potrebbero causare irritazione alla pelle. Sfatiamo il mito che i tessuti sintetici non sono adatti, l’unica condizione è che siano realizzati appositamente per l’uso sportivo. La microfibra permette il massimo della traspirazione e assorbe il sudore, facendolo asciugare rapidamente. Il brand Equarea invece è concepito appositamente non solo per la traspirazione, ma anche per garantire una regolazione ideale della temperatura. Il goretex invece è un brevetto perfetto per l’attività all’aria aperta, essendo anche impermeabile. La scelta di questi materiali permette un’ottima ossigenazione, indispensabile per evitare dermatiti, irritazioni e micosi. In generale le caratteristiche che devono avere i singoli capi sono cuciture piatte e ridotte al minimo, avere una buona aderenza ma assicurare una grande mobilità, essere estremamente elastici, dal momento che durante l’esercizio fisico i muscoli e il torace si ampliano sensibilmente in seguito all’aumento dell’attività capillare. Altro elemento importantissimo sono le calzature: è consigliabile che presentino un plantare ergonomico che riesca ad assorbire i contraccolpi, e che contengano opportunamente le caviglie evitando distorsioni. Kempa, Puma e Asics offrono una scelta di scarpe di alta qualità con un prezzo compreso anche tra gli 80 e le 120€. Inoltre Nike, Adidas, Freddy, Dimensione Danza, Decathlon e Klipsò sono solo alcuni dei brand principali che offrono un’ampia gamma di prodotti altamente specializzati con un ottimo rapporto qualità/prezzo, sia nell’abbigliamento che negli accessori. Oltre ai conosciutissimi scaldamuscoli, non dimenticate un asciugamano da portare sempre con voi, da usare non solo per tergere il sudore, ma anche per coprire le panche e creare una guaina per l’appoggio di alcuni attrezzi: un’accortezza igienica per voi e per chi userà lo stesso attrezzo dopo. Un paio di guanti sportivi può proteggere le mani dai batteri e permettere una presa perfetta su manici e manubri. L’ultima nota da fare è appunto sull’igiene. Prendetevi cura del vostro abbigliamento sportivo con detersivi specifici antibatterici, lavandoli a basse temperature ed evitando l’uso di ammorbidenti per i tessuti sintetici, altrimenti potrebbero perdere le proprie caratteristiche tecniche. E buon allenamento!

Add Comment